SuperMarketing/3: la “Sagra dell’Olio di Palma”


Web All’Olio (di Palma).

Internet è entrato nelle nostre vite una ventina di anni fa ormai, ma per molto tempo non abbiamo saputo cosa farcene precisamente. Poi sono arrivati i Social Network e nulla è stato più lo stesso.

Inizialmente frequentati solo da “nerd” (o “smanettoni”, scegliete voi il termine giusto) negli ultimi anni si sono popolati di ogni sorta di persone, fino ad arrivare a circa il 70% della popolazione italiana, con tutto quello che negativamente ne consegue. Perché da luogo “di condivisione e confronto” è diventato un luogo “di sfogo e di pseudo-denuncia”.

E così è nato il caso “Olio di Palma”: molte testate giornalistiche importanti hanno iniziato a parlare di questo olio così dannoso per la salute, olio-di-palma-no-grazieutilizzato da quasi tutte le aziende alimentari soprattutto dolciarie, e le persone hanno chiesto a gran voce ai produttori (utilizzando l’arma del rating delle pagine aziendali) di toglierlo dalle ricette.

Qual’è stato l’effetto principale di questa lamentela? Un’invasione di pubblicità in cui quasi tutti i prodotti vengono descritti senza olio di palma. Insomma un “meno” che è diventato “più”.

All’effetto principale si è aggiunto, però, un effetto non desiderato, ovvero la derisione del popolo del web, stanco dei continui messaggi di prodotti a cui è stato tolto questo elemento non essenziale alla vita umana. Insomma si è passati dalla “fobia dell’olio di palma” alla difesa a spada tratta14907070_10209225375526244_3290890974664971389_n di quest’olio al solo scopo di deridere le aziende che hanno fatto eccessivo uso di questo miglioramento a scopo pubblicitario.

Sono nati così dei meme (video o immagini virali) di scherno veramente divertenti che circolano sulle nostre bacheche da diversi giorni.  Ma il popolo di facebook, si sa, è duro da accontentare, quindi ecco nascere l’evento “Sagra dell’olio di palma” in cui si sono incontrati tutti gli internauti più caustici su questo tema (https://www.facebook.com/events/1117892738327498) allo scopo di raccogliere in un solo luogo virtuale, come si usa fare su Facebook, tutte le migliori battute. L’evento, infatti, non è  (per adesso) un vero e proprio appuntamento ma una sorta di Joke-Event (evento-scherzo)  che al momento raccoglie 38.000 persone e chissà se finirà per diventare un vero e proprio evento come già successo in passato per altre pagine-scherno arrivate a organizzare joke-event reali…staremo a vedere!

whatsapp-image-2016-11-03-at-00-47-50

whatsapp-image-2016-11-03-at-00-43-25

       whatsapp-image-2016-11-03-at-00-44-37

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *